CORSI ADDETTI PRIMO SOCCORSO – Informazioni e domande frequenti

lionfish-sting-first-aid 250

 

Chi è obbligato?
Ogni azienda deve annoverare obbligatoriamente in organico addetti al Primo Soccorso. Una, o più, persone adeguatamente formate da corso di Primo Soccorso, che avranno il compito del mantenimento della loro salute e della loro integrità psico-fisica all’interno dei luoghi di lavoro.

Il Datore di lavoro può essere addetto al Primo Soccorso?
Il Datore di Lavoro può svolgere direttamente il compito di addetto al Primo soccorso, previo specifico corso di formazione, nelle aziende fino a cinque lavoratori. Mai in aziende con più di 5 lavoratori.

Le ditte a carattere familiare sono obbligate ad avere gli addetti al primo Soccorso?
No, per le aziende familiari la formazione è facoltativa.

Quanti addetti è necessario formare?
La risposta, purtroppo, non è univoca. I parametri che concorrono alla definizione del numero sufficiente di addetti da individuare e da formare sono numerosi e devono essere oggetto di attenta valutazione.
il numero dipende esclusivamente da parametri e variabili che è necessario considerare per una corretta individuazione.
I parametri per la scelta
E’ necessario che si tenga presente:
• classificazione del rischio (alto, medio, basso) dell’attività:
• numero di occupanti nell’edificio;
• distribuzione planimetrica dell’edificio;
• numero di piani, reparti dell’attività (es. ufficio, laboratorio, magazzino ecc.)
• presenza di portatori di handicap (motori, visivi, uditivi, ecc.)
Principio Fondamentale e Giusta Proporzione
Considerate le variabili è necessario tenere conto di un principio fondamentale: gli addetti incaricati (salvi in casi eccezionali) devono “partire” da un numero minino di 2 persone.
Ma perché n. 2 addetti Primo Soccorso?
Il motivo è semplice: in caso di ferie, malattia, assenza di un addetto all’emergenza, essendo state incaricate n. 2 persone, l’edificio/attività non rimane priva di personale formato.
Naturalmente, perché questo principio abbia valenza, il numero di persone formate deve essere proporzionato al numero totale di addetti.
In generale (ed in maniera non esaustiva, visti tutti i parametri da considerare) è possibile stilare la seguente proporzione di riferimento:
n. 2 Addetti Primo Soccorso ogni 10 lavoratori (che occupano lo stesso locale)

Alcuni esempi
Al fine della comprensione è necessario però non parlare solo di teoria, ma riportare alcune casistiche:
Officina con n. 10 addetti, con solo reparto laboratorio: è possibile applicare la proporzione sopracitata (n. 2 addetti al Primo Soccorso) in quanto tutti i lavoratori sono presenti nello stesso locale;
Ditta con n. 10 addetti, di cui n. 5 in laboratorio e n. 5 all’interno di uffici (porte di ingresso/uscita non in comune): in questo caso è necessario che, sia all’interno degli uffici, sia all’interno del laboratorio, vi siano n. 2 addetti al Primo Socccorso avendo così un totale di n. 4 persone incaricate all’emergenza (n. 2 per ciascun reparto);
Impresa (edile od impiantistica) operante soprattutto nei cantieri: in questo caso, lavorando prevalentemente all’interno di cantieri edili ed avendo quindi la necessità di formare continuamente squadre di lavoro tra i vari dipendenti (per occupare i vari cantieri), sono necessari almeno n. 1 addetto al Primo Soccorso per ogni squadra di lavoro (composta da ca. 2 – 3 persone). Conviene, per le aziende con questa tipologia di attività, di formare tutti gli addetti come Addetti al Primo Soccorso, in modo da poter formare qualsiasi squadra di lavoro.
Ufficio con n. 2 addetti: in questo caso, visto lo scarso numero di lavoratori, è possibile la formazione di solo n. 1 addetto; è consigliabili comunque avere sempre n. 2 addetti (per i motivi sopra citati)

Cosa vuol dire soccorrere?
Soccorrere non vuol dire effettuare prestazioni terapeutiche particolari o compiere determinate manovre, ma anche solo attivare il 118 e non abbandonare la vittima fino all’arrivo del personale qualificato

Durata, validità e costi dei corsi

I corsi base completi hanno la durata di:
12 ore gruppi B/C,
16 ore per gruppo A (edilizia e Agricoltura con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato) Validità 3 anni
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Entro l’inizio corso. Sconti per iscrizioni multiple.
gruppi B/C € 130,00 + (Contr. 5% + iva 22%)

Sono validi i corsi per addetto Primo Soccorso già fatti?
Si sono riconosciuti i corsi effettuati. Deve essere frequentato corso di Aggiornamento ogni 3 anni.

Durata, validità dei corsi di Aggiornamento
gruppi B/C Durata: 4 ore
Validità 3 anni

Quali sanzioni si rischiano senza addetti all’Antincendio adeguatamente formati?
Arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 1.315,20 a 5.699,20 euro (art. 55 comma 5, lettera c, D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

Dove si svolgeranno i corsi?
In provincia di Cuneo, zona Roero e Langhe.

Per Informazioni, preadesioni e iscrizioni (cliccare qui)
Studiosicurezza Alba 0173/35064 333/8207675 formazione@studiosicurezza.com

COME DETERMINARE LA CLASSIFICAZIONE
APPARTENENZA PER ADDETTO PRIMO SOCCORSO

L’organizzazione del pronto soccorso aziendale è “modulata” sulla base di 3 diverse categorie individuate (gruppi A, B e C). L’appartenenza di un’azienda o di un’unità produttiva ad un gruppo si riflette sulla dotazione minima delle attrezzature, sulla formazione richiesta agli addetti e sui doveri di comunicazione da effettuare al Servizio Sanitario Regionale .

Gruppo A:

I. Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all’articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
II. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno . Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale(*);
III. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.
Gruppo B: aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
Gruppo C: aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
(*) G.U. n.192 del 17-08-2004.- Indici di frequenza d’infortunio in Italia per gruppo di tariffa I.N.A.I.L.( per 1000 addetti
– media ultimo triennio disponibile ) – Tipo di conseguenza: inabilità permanente. Dati forniti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Per le aziende od unità produttive con lavoratori iscritti con più voci di tariffa appartenenti a diversi gruppi si deve calcolare la somma di lavoratori iscritti a voci riconducibili a gruppi di tariffa con un indice superiore a 4. Lo stesso criterio si applica per l’azienda od unità produttiva che assume lavoratori stagionali o “atipici” anche per brevi periodi.
Ricordiamo che per verificare l’obbligo formativo dei propri addetti al Primo Soccorso occorre fare riferimento alle voci di tariffa e corrispondenti indici di inabilità permanente pubblicati dall’INAIL, e conseguentemente, per le sole aziende appartenenti al gruppo A, vige l’obbligo (oltre al corso di formazione) di comunicazione all’ASL competente.

Riepilogo della classificazione delle aziende o delle unità produttive ai sensi dell’art. 1 del Decreto del Ministero della Salute n° 388 del 15 luglio 2003 in relazione al numero dei lavoratori.

Tabella Classificazione 1° Soccorso 820

Tabella Indici Infortunistici Inail 820

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Home CORSI ADDETTI PRIMO SOCCORSO – Informazioni e domande frequenti
© Studiosicurezza